Arie
Duety...
Opery
Kantaty
Kompozytorzy
Switch to English

Trio: Ah! poveretto me

Kompozytor: Mozart Wolfgang Amadeus

Opera: Così fan tutte

Rola: Guglielmo (Baryton)

Rola: Ferrando (Tenor)

Przepraszamy, ale nie mamy jeszcze osobnej partytury dla tej części, ale możesz pobrać pełną partyturę tej opery i ręcznie znaleźć to, czego szukasz.

Partie wokalne

"Così fan tutte" PDF 11Mb "Così fan tutte" PDF 12Mb "Così fan tutte" PDF 13Mb "Così fan tutte" PDF 14Mb "Così fan tutte" PDF 16Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 31Mb "Così fan tutte" PDF 31Mb "Così fan tutte" PDF 52Mb

Partytury na orkiestrę

"Così fan tutte" PDF 7Mb "Così fan tutte" PDF 7Mb "Così fan tutte" PDF 9Mb "Così fan tutte" PDF 10Mb "Così fan tutte" PDF 46Mb

SCENA TREDICESIMA
Guglielmo e Don Alfonso; poi Ferrando

Recitativo

GUGLIELMO
Oh poveretto me! cosa ho veduto,
Cosa ho sentito mai!

DON ALFONSO
Per carità, silenzio!

GUGLIELMO
Mi pelerei la barba,
Mi graffierei la pelle,
E darei colle corna entro le stelle!
Fu quella Fiordiligi! la Penelope,
L'Artemisia del secolo! Briccona!
Assassina... furfante... ladra... cagna...

DON ALFONSO
lieto, fra sé
Lasciamolo sfogar.

FERRANDO
entrando
Ebben!

GUGLIELMO
Dov'è?

FERRANDO
Chi? La tua Fiordiligi?

GUGLIELMO
La mia Fior... fior di diavolo, che strozzi
Lei prima e dopo me!

FERRANDO
ironicamente
Tu vedi bene:
V'han delle differenze in ogni cosa...
Un poco di più merto...

GUGLIELMO
Ah, cessa amico,
Cessa di tormentarmi
Ed una via piuttosto
Studiam di castigarle
Sonoramente.

DON ALFONSO
Io so qual è: sposarle.

GUGLIELMO
Vorrei sposar piuttosto
La barca di Caronte!

FERRANDO
La grotta di Vulcano.

GUGLIELMO
La porta dell'inferno.

DON ALFONSO
Dunque, restate celibi in eterno.

FERRANDO
Mancheran forse donne
Ad uomin come noi?

DON ALFONSO
Non c'è abbondanza d'altro.
Ma l'altre che faran, se ciò fer queste?
In fondo, voi le amate
Queste vostre cornacchie spennacchiate.

GUGLIELMO
Ah pur troppo!

FERRANDO
Pur troppo!

DON ALFONSO
Ebben pigliatele
Com'elle son. Natura non potea
Fare l'eccezione, il privilegio
Di creare due donne d'altra pasta
Per i vostri bei musi; in ogni cosa
Ci vuol filosofia. Venite meco;
Di combinar la cosa
Studierem la maniera.
Vo' che ancor questa sera
Doppie nozze si facciano. Frattanto
Un'ottava ascoltate:
Felicissimi voi, se la imparate.