Arie
Duety...
Opery
Kantaty
Kompozytorzy
Switch to English

Kwartet: Oh! che bella giornata

Kompozytor: Mozart Wolfgang Amadeus

Opera: Così fan tutte

Rola: Fiordiligi (Sopran)

Rola: Ferrando (Tenor)

Rola: Dorabella (Mezzo)

Rola: Guglielmo (Baryton)

Przepraszamy, ale nie mamy jeszcze osobnej partytury dla tej części, ale możesz pobrać pełną partyturę tej opery i ręcznie znaleźć to, czego szukasz.

Partie wokalne

"Così fan tutte" PDF 11Mb "Così fan tutte" PDF 12Mb "Così fan tutte" PDF 13Mb "Così fan tutte" PDF 14Mb "Così fan tutte" PDF 16Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 19Mb "Così fan tutte" PDF 31Mb "Così fan tutte" PDF 31Mb "Così fan tutte" PDF 52Mb

Partytury na orkiestrę

"Così fan tutte" PDF 7Mb "Così fan tutte" PDF 7Mb "Così fan tutte" PDF 9Mb "Così fan tutte" PDF 10Mb "Così fan tutte" PDF 46Mb

SCENA QUINTA
Guglielmo a braccio di Dorabella, Ferrando e Fiordiligi senza darsi braccio.
Fanno una piccola scena muta guardandosi, sospirando, ridendo etc.


Recitativo

FIORDILIGI
Oh che bella giornata!

FERRANDO
Caldetta anzi che no.

DORABELLA
Che vezzosi arboscelli!

GUGLIELMO
Certo, certo: son belli,
Han più foglie che frutti.

FIORDILIGI
Quei viali
Come son leggiadri.
Volete passeggiar?

FERRANDO
Son pronto, o cara,
Ad ogni vostro cenno.

FIORDILIGI
Troppa grazia!

FERRANDO
a Guglielmo, nel passare
Eccoci alla gran crisi.

FIORDILIGI
Cosa gli avete detto?

FERRANDO
Eh, gli raccomandai
Di divertirla bene.

DORABELLA
a Guglielmo
Passeggiamo anche noi.

GUGLIELMO
Come vi piace.
Passeggiano. - Dopo un momento di silenzio
Ahimè!

DORABELLA
Che cosa avete?

gli altri due fanno scena muta in lontananza

GUGLIELMO
Io mi sento sì male,
Sì male, anima mia,
Che mi par di morire.

DORABELLA
fra sé
Non otterrà nientissimo.
forte
Saranno rimasugli
Del velen che beveste.

GUGLIELMO
con fuoco
Ah, che un veleno assai più forte io bevo
In que' crudi e focosi
Mongibelli amorosi!

DORABELLA
Sarà veleno calido:
Fatevi un poco fresco.

gli altri due entrano in atto di passeggiare

GUGLIELMO
Ingrata, voi burlate
Ed intanto io mi moro!
fra sé
Son spariti:
Dove diamin son iti?

DORABELLA
Eh, via, non fate...

GUGLIELMO
Io mi moro, crudele, e voi burlate?

DORABELLA
Io burlo? io burlo?

GUGLIELMO
Dunque
Datemi qualche segno, anima bella,
Della vostra pietà.

DORABELLA
Due, se volete;
Dite quel che far deggio, e lo vedrete.

GUGLIELMO
fra sé
Scherza, o dice davvero?
forte, mostrandole un ciondolo
Questa picciola offerta
D'accettare degnatevi.

DORABELLA
Un core?

GUGLIELMO
Un core: è simbolo di quello
Ch'arde, languisce e spasima per voi.

DORABELLA
fra sé
Che dono prezioso!

GUGLIELMO
L'accettate?

DORABELLA
Crudele!
Di sedur non tentate un cor fedele.

GUGLIELMO
fra sé
La montagna vacilla.
Mi spiace; ma impegnato
È l'onor di soldato.
a Dorabella
V'adoro!

DORABELLA
Per pietà...

GUGLIELMO
Son tutto vostro!

DORABELLA
Oh, Dei!

GUGLIELMO
Cedete, o cara!

DORABELLA
Mi farete morir...

GUGLIELMO
Morremo insieme,
Amorosa mia speme.
L'accettate?

DORABELLA
dopo breve intervallo, con un sospiro
L'accetto.

GUGLIELMO
fra sé
Infelice Ferrando!
a Dorabella
O che diletto!