Arie
Duety...
Opery
Kantaty
Kompozytorzy
Switch to English

Kwartet: Siete marito e moglie

Kompozytor: Donizetti Gaetano

Opera: Don Pasquale

Rola: Dr Malatesta (Baryton)

Rola: Norina (Sopran)

Rola: Don Pasquale (Bas)

Rola: Ernesto (Tenor)

Przepraszamy, ale nie mamy jeszcze osobnej partytury dla tej części, ale możesz pobrać pełną partyturę tej opery i ręcznie znaleźć to, czego szukasz.

Partie wokalne

"Don Pasquale" PDF 12Mb "Don Pasquale" PDF 12Mb "Don Pasquale" PDF 13Mb "Don Pasquale" PDF 18Mb "Don Pasquale" PDF 19Mb "Don Pasquale" PDF 21Mb

Partytury na orkiestrę

"Don Pasquale" PDF 9Mb "Don Pasquale" PDF 10Mb "Don Pasquale" PDF 13Mb

NOTARO
riunendo le maini degli sposi
Siete marito e moglie.

DON PASQUALE
(Mi sento a liquefar.)

NORINA E MALATESTA
(Va il bello a cominciar.)
Appena segnato il contratto, Norma prende un contegno naturale, ardito senza imprudenza

DON PASQUALE
in atto di abbraciare Norina
Carina!

NORINA
respingendolo con dolcezza
Adagio un poco:
Calmate quel gran foco.
Si chiede pria licenza.

DON PASQUALE
con sommessione
Me l'accordate?

NORINA
No.
Il Notario ritira

ERNESTO
Ah! Ah!

DON PASQUALE
con collera
Che c'è da ridere, impertinente?
Partite subito, immantinente,
via, fuor di casa...

NORINA
con disprezzo
Oibò! Modi villani e rustici
che tollerar non so.
ad Ernesto
Restate.
a Don Pasquale
Altre maniere apprender vi farò.

DON PASQUALE
costernato
Dottore!

MALATESTA
imitandoli
Don Pasquale!

DON PASQUALE
E un'altra!

MALATESTA
Son di sale!

DON PASQUALE
Che dir vorrà!

MALATESTA
Calmatevi, sentire mi farò.

ERNESTO E NORINA
(In fede mia, dal ridere
frenarmi più non so)

NORINA
a Don Pasquale
Un uom qual voi decrepito,
qual voi pesante e grasso,
condur non può una giovane
decentemente a spasso.
bisogno ho d'un bracciere.
accennando Ernesto
Sarà mio cavaliere.

DON PASQUALE
Oh! questo poi, scusatemi,
oh, questo non può star.

NORINA
freddamente
Non può star! Perchè?

DON PASQUALE
risoluto
Perchè noi voglio.

NORINA
con ischerno
Non lo volete?

DON PASQUALE
No.

NORINA
No?
facendosi presso a Don Pasquale, con dolcezza affetata
Idolo mio, vi supplico
scordar questa parola.
Voglio, per vostra regola,
con enfasi crescente
voglio, lo dico io sola.
Tutti obbedir qui devono,
io sola ho a comandar.

DON PASQUALE
Dottore!

MALATESTA
(Ecco il momento critico.)

ERNESTO
(Vediamo che sa far.)

DON PASQUALE
Ma... ma questo non può star.

NORINA
Non voglio replicha.

DON PASQUALE
accennando Ernesto
Costui.., non può.

NORINA
stizzita
Che ma? Taci, buffone.

DON PASQUALE
lo? Voi!

MALATESTA
(Vediamo che sa far.)

NORINA
con minaccia a Don Pasquale
Provato ho a prenderti
finora colle buone.
Saprò, se tu mi stuzzichi,
le mani adoperar.

Don Pasquale dà indietro atterrito

DON PASQUALE
Sogno? ...Veglio? ... Cose stato?
Calci?... Schiaffi?... Brava! Bene!
Buon per me che m'ha avvisato.
Or vedrem che cos'avviene!
Bada bene, Don Pasquale,
è una donna a far tremar!